Weekend last minute: idee low cost alle Cinque Terre

Weekend last minute: idee low cost alle Cinque Terre

Settembre è arrivato, ma le temperature non sembrano dirci la stessa cosa. Ecco perché sarà bellissimo dedicarsi un weekend last minute per visitare luoghi incantevoli e low cost della Liguria. A soli 150 chilometri da Milano, le Cinque Terre sono la meta perfetta per due giorni di relax e divertimento e, chi non può fare a meno del mare, avrà l’occasione di salutare l’estate godendosi sole e bagni nelle sue bellissime acque. Di luoghi da visitare c’è solo l’imbarazzo della scelta, tutto dipende da cosa si ha voglia di vedere e di scoprire. Paesaggi, quelli in Liguria ce ne sono da vendere. Spiagge, ci sono anche quelle così come non mancano le città ricche di storia o i musei. Una volta ben chiara la meta, il gioco è fatto.

Le cinque terre sono uno dei luoghi più romantici e intensi del mondo, con le loro case colorate, i loro antichi borghi di pescatori di cui ancora mantengono la struttura, le loro sfumature durante l’ora del tramonto. Tra i borghi più belli d’Italia troviamo Vernazza, una perla incastonata tra Monterosso e Riomaggiore nata intorno al 1080. Suggestivo il suo porticciolo naturale dove si apre una piazzetta dalla quale si arriva percorrendo strade strettissime e ripide, tipiche delle isole con le sue case torri. Da non perdere le visite al Castello Doria, edificato nell’XI secolo per la difesa della città di cui Belforte è la torre principale, il simbolo della città. Il Convento dei frati oggi è sede del Comune con le antiche mura, una torre e una chiesa sconsacrata e da visitare anche la Chiesa di Santa Margherita di Antiochia, probabilmente risalente all’XI secolo. Famose a Vernazza sono le sue vigne.

Vernazza

Vernazza

Monterosso è, insieme a Vernazza, il posto più celebre delle Cinque Terre. Situato al centro di un piccolo borgo naturale, sembra essere stato costruito intorno al IX secolo e nominato per la prima volta in un documento ufficiale nel 1056. Terra di scontri tra la Repubblica di Genova e la signoria di Pisa per i controlli della politica e dei commerci nel XIII secolo, nel corso del tempo ha subito varie dominazioni. Da vedere a Monterosso ci sono la Statua di Nettuno alta 14 metri, in cemento armato che, appoggiata alla roccia, domina la spiaggia, la Torre Aurora, costruita nel XVI secolo dalla Repubblica di Genova come fortificazione difensiva e Punta Mesco, il monte immerso nel Parco Nazionale delle Cinque Terre con delle scogliere da sogno. Ma non possiamo dimenticare luoghi come la Chiesa di San Giovanni Battista che dal 1307 si trova nel centro storico, l’Eremo di Sant’Antonio del Mesco che si può raggiungere percorrendo i sentieri del Monte omonimo e Villa Montale, residenza estiva di Eugenio Montale.

Monterosso

Monterosso

Corniglia ha una particolarità: è l’unico luogo delle Cinque Terre che non si affaccia direttamente sul mare perché si trova su un promontorio alto 90 metri. Le sue origini si legano all’epoca romana. Per raggiungerla si può salire sulla Lardarina, una scala di 33 rampe o attraversare la strada che la collega alla Stazione Ferroviaria. Da non perdere, le architetture medievali che si possono scorgere sotto il piazzale della Chiesa di San Pietro, Largo Taragio, la piazza principale del paese e la Torre che è l’unica rovina delle dominazioni genovesi del 1556 rimasta. Sulla Terrazza di Santa Maria si potrà salire per godere di un panorama suggestivo su tutte le Cinque Terre e dalla quale si scorge la Marina di Corniglia, un piccolo golfetto con un caratteristico porticciolo.

Corniglia

Corniglia

Manarola è caratterizzata dalle sue case torri colorate e arroccate sulla roccia. La più antica delle Cinque Terre, si dice che sia stata edificata intorno al XII secolo. Suggestiva la Via dell’Amore che la collega a Riomaggiore, scavata nella scogliera a circa 30 metri dal mare, un’esperienza che non ci lascerà indifferenti. Fa parte di un sentiero più lungo che collega tutti e cinque i borghi ed è chiamato sentiero azzurro. Se si decide di percorrerlo saranno indispensabili delle scarpe comode. Cosa vedere a Manarola? Il Castello di via del Baluardo, costruito in difesa delle piraterie dei saraceni, il Santuario della Madonna della Salute edificato nel XII secolo in pietra. Nel mese di dicembre diventa il Presepe illuminato più grande del mondo con le sue case e le sue strade ricche di luci. Ecco perché anche in inverno è una meta frequentata.

Manarola

Manarola

Il borgo di Riomaggiore sembra che sia stato edificato nel VIII secolo, ma non ci sono fonti certe che confermino l’ipotesi. Si dice che alcuni profughi greci per sfuggire all’imperatore Leone III Isaurico arrivarono a Montenero dove costruirono degli insediamenti. Solo dopo il 1000 gli abitanti di quegli insediamenti riuscirono a scendere e arrivare verso il mare, facendo nascere in questo modo il nucleo originario di Riomaggiore. Da visitare: la Chiesa Parrocchiale di San Giovanni Battista, nella parte alta del centro storico, il Castello iniziato nel 1260 dai marchesi Turcotti e concluso tra il XVI e il XVII secolo dai genovesi, il Bastione di Manarola, edificato prima del XIII secolo.

Riomaggiore

Riomaggiore

Cosa mangiare alle Cinque Terre. I piatti che si potranno gustare sono quelli tipici della Liguria, quindi spazio a Farinate, torte salate basse con farina di ceci e olio extravergine di oliva, Frittelle di fiori di zucca (le Frisé de Burbugiun), Tagliatelle al pesto, Stoccafisso con le bietole. Sarà un peccato visitare questi luoghi incantevoli senza assaggiare uno dei loro vini pregiati.

I weekend last minute fuori porta sono sempre un’ottima occasione per stare lontani dalla vita di tutti i giorni almeno per un po’, basterà scegliere le mete giuste che oltre a essere, possibilmente, low cost devono anche raccontare qualcosa.

Dillo ad un amico

Selezionati per Te

Bar Trattoria Al 395: la tradizione italiana a tavola

Tradizione e gusto. Sono questi gli ingredienti che rendono unico il Bar Trattoria Al 395 a Milano.

Soggiorno a Minori in Costiera Amalfitana? Si! Con le ...

Minori è una delle più antiche località della Costiera Amalfitana. Questa piccola città nel I

Ristorante al Cellini: Ogni Giovedì, menu degustazione dai ...

A due passi da Cinque Giornate, vicino alle famose casette di via Lincoln e in un angolo ancora