Regime alimentare personalizzato o dieta fai da te? Che cosa sono? Cos’è meglio scegliere?

diete

Per dieta s’intende un insieme di alimenti che si consumano al fine di nutrirsi.  Al termine dieta, si sovrappone spesso regime alimentare, che sta invece ad indicare i metodi utilizzati per variare il peso corporeo, ben diversa la dieta fai da te, che in cambio di qualche giorno di “rinunce” garantisce ottimi risultati.  Ma che cosa è meglio scegliere? Meglio seguire un regime alimentare o una dieta fai da te? Di seguito alcuni tra i regimi alimentari più famosi ed utilizzati degli ultimi anni ed alcune delle diete fai da te più gettonate dell’estate 2015.

Prima di tutto è importante precisare che seguire un regime alimentare non vuol dire necessariamente voler dimagrire. Spesso, come nel caso degli atleti, i regimi alimentari vengono studiati per far si che il soggetto possa mantenere costante il peso corporeo o addirittura sono mirati ad aumentarlo.

Anche quando chi decide di sottoporsi ad un cambio del regime alimentare, lo fa per perdere peso, la mossa migliore, è quella di affidarsi alle cure di un nutrizionista.

Questa figura professionale, ha lo scopo di studiare uno schema dietetico personalizzato basato su un determinato regime alimentare adatta al singolo individuo. Dopo una visita iniziale, che comprende il calcolo del peso, della circonferenza di braccia, torace, fianchi e gambe, il calcolo in percentuali grazie a moderne apparecchiature di massa grassa e massa magra, e una chiaccherata per stabilire lo stile di vita di ogni paziente, il nutrizionista studia in pochi giorni, uno schema dietetico ideale, che comprenda tutti gli alimenti, tenendo conto anche di gusti e desideri del paziente.

Una dieta varia, fatta di piccole ma non eccessive rinunce e con la possibilità di “sgarrare” ogni tanto, è di sicuro la dieta ideale. Inoltre il nutrizionista è una figura onnipresente, durante tutto il percorso, con lo scopo di tenere sotto controllo i progressi del paziente, vedendolo periodicamente e di ripetere tutti i controlli, almeno una volta ogni tre mesi. L’affiancamento del nutrizionista è importante anche a livello psicologico, in quanto questo sprona l’individuo ad andare avanti e lo incoraggia nei momenti di difficoltà.

I regimi alimentari più famosi degli ultimi anni

Il primo regime alimentare che affronteremo è quello dato dalla dieta mediterranea. Questa segue alcuni principi fondamentali e prevede l’assunzione di tutti i cibi in giusta percentuale. Il principio fondamentale della dieta mediterranea è dato dal sostenere che soltanto consumando tutti gli alimenti il soggetto potrà godere di buona salute e non incorrerà in particolari mancanze di sostanze importanti per l’organismo, mantenendo uno stato psico fisico ottimale. Nel corso degli anni la dieta mediterranea ha dovuto scontrarsi con molti miti e leggende, prima tra tutte quella che sostiene che i carboidrati siano in assoluto i nemici della dieta. Questo non è vero, alla base della dieta mediterranea c’è infatti il consumo di alimenti a base di carboidrati per un 55% totale sugli alimenti consumati nell’arco della giornata. Sono proprio i carboidrati a fornire all’organismo energia utile, carburante. Per comprendere bene questo regime alimentare e sufficiente dare un occhiata al sistema piramidale che descrive che cosa è consigliabile mangiare tutti i giorni, che cosa settimanalmente e che cosa mensilmente.

I regimi alimentari più famosi degli ultimi anni

Tra gli elementi da consumare giornalmente pasta, riso, patate e cereali, frutta, verdura, legumi, latticini e olio d’oliva. Tra gli alimenti da consumare settimanalmente uova, pesce e carne bianca. Mentre per dolci e carne rossa il consiglio è che vengano consumati mensilmente. Come detto in precedenza, l’apporto calorico giornaliero secondo la dieta mediterranea prevede un 55% di carboidrati un 30% di grassi ed un 15% di proteine. E’ una dieta equilibrata, se si sta attenti alle dosi, che lascia spazio al gusto ed alla varietà degli alimenti, non eliminandone nessuno. Fondamentale sono la determinazione ed il controllo, anche praticare attività fisica almeno 3 volte la settimana.

Con principi quasi opposti ma comunque molto gettonato, troviamo il regime alimentare della dieta Dukan. Il metodo Dukan prevede 4 fasi. Inizialmente vanno eliminati dalla propria dieta tutti gli alimenti esclusi quelli proteici. Gradualmente nella seconda fase si reinseriscono le verdure. Nella terza fase, ricompaiono anche i carboidrati, i grassi ed il pasto di gala, dov’è possibile mangiare ciò che si desidera, nell’ultima fase, si adottano i principi da mantenere a vita, giovedì proteico, addio ascensori e 4 cucchiai di crusca ogni giorno. La crusca dev’essere consumata giornalmente fin da subito. La dieta Dukan garantisce una perdita di peso repentina ed è l’ideale per chi ama mangiare tanto e senza orari. E’ comunque un regime alimentare da mantenere vita natural durante, non adatto a tutti, poiché l’eliminazione iniziale di tutte le sostanze all’infuori delle proteine può creare qualche problema a livello fisico e soprattutto psicologico.

I regimi alimentari più famosi degli ultimi anni

Terzo regime alimentare degno di nota è quello della Weight Watchers o dieta a punti. Questo regime alimentare è nato negli anni 80 ed ha spopolato anche in Italia, tornato in voga in Italia negli ultimi anni. Non che fosse sparito per inefficenza, solo non se ne sentiva più parlare. Comprendere questo regime alimentare può risultare un po complicato ma il principio è abbastanza semplice. Inizialmente c’è da fare un calcolo, in base a sesso, età, altezza ed attività fisica si arriva ad un punteggio che se minore di 26 è 26 e se maggiore di 71 è 71. Una volta ottenuto il punteggio online, sul sito della Weight Watchers (in inglese), su qualsiasi altro blog, o se avete uno smartphone basta scaricare una app, sono reperibili le tabelle con i vari punteggi assegnati ad ogni singolo alimento. Una delle cose molto interessanti è data dagli escamotage, che permettono ai più “affamati” di mangiare di più senza sentirsi in colpa e abbandonare la dieta.

Quarto ed ultimo regime alimentare degno di nota è la dieta a zona, grande sostenitrice del fatto che il cibo è il più potente farmaco per il corpo umano.

Se consumato nelle giusti dosi e quantità infatti, il cibo aiuta il corpo a mantenere un equilibrio perfetto, senza attacchi di fame, abbuffate o privazioni inutili.

Se il consumo di proteine, grassi e carboidrati è equilibrato, il corpo e la mente saranno anch’esse in equilibrio, garantendo al soggetto uno stato di salute perfetto. Ci sono alcune regole fondamentali da seguire:

E’ fondamentale consumare ad ogni pasto un 40% di carboidrati, 30% di proteine e 30% di grassi.

Tra un pasto e l’altro non devono trascorrere più di 5 ore. E’ consigliabile quindi fare uno spuntino per non superare questo periodo, compreso quello prima di andare a dormire, se la cena è stata consumata almeno 2 ore prima.

E’ necessario ridurre al minimo il consumo di pane, pasta, dolci, riso e cereali che sono forti stimolatori d’insulina.

Ogni spuntino dev’essere composto da carboidrati, proteine e grassi.

C’è da dire che questa dieta non sempre è applicabile, non sempre è tollerata e non è adatta a tutti gli individui. E’ fortemente sconsigliata infatti agli sportivi che hanno bisogno di un maggiore apporto proteico.

Anche la dieta a zona come la dieta Dukan e la dieta mediterranea, sono regimi alimentari adatti ad essere utilizzati vita natural durante, ed è scegliendo il regime alimentare più adatto a noi ed adottandolo a lungo termine il modo migliore per ottenere buoni risultati e mantenerli nel tempo.

I regimi alimentari più famosi degli ultimi anni

Le “antagoniste” dei regimi alimentari affrontati in precedenza sono senz’altro le diete fai da te, mirate ad ottenere ottimi risultati in poco tempo, anche se si sa: “Presto e bene non stanno mai bene insieme”.  c’è da prestare attenzione infatti all’effetto boomerang, perché il corpo è una macchina davvero efficiente ed intelligente. Privarlo di cibo e ridurlo alla fame,  lo porta  ad accumulare le sostanze contenute nel cibo  per i periodi di carestia, limitando al minimo il metabolismo.

Tra le diete fai da te  più utilizzate degli ultimi anni treoviamo la dieta dei due e dei tre giorni, Entrambe prevedono la quasi totale eliminazione dei carboidrati e garantiscono la perdita di una taglia in due o tre giorni.  Una delle più gettonate è la dieta del minestrone, che prevede questo piatto come principale da consumare a pranzo e cena, accompagnato da spuntini mattutini e pomeridiani e pochi altri alimenti nel corso della giornata. Anche  la dieta del cocomero, tipica dieta estiva (anche per la reperibilità dell’ingrediente principale), offre la possibilità di consumare questo gustosissimo frutto ai pasti principali e di pochi altri alimenti nel corso della giornata e promette grandi cose in poco tempo. C’è poi la dieta dell’acqua con tutte le varianti che la accompagnano da anni, di questa dieta, abbiamo già parlato. La prima variante prevede l’assunzione di quattro bicchieri d’acqua al mattino appena svegli, la seconda variante prevede l’assunzione di 2 bicchieri d’acqua prima di ogni pasto per aiutare l’individuo a lenire il senso di fame, la terza variante, prende il nome di  dieta del limone e  prevede il bere una bevanda preparata con 30 cl di acqua alla quale vengono aggiunti 2 cucchiai di succo di limone, 2 cucchiai di sciroppo d’acero e un pizzico di peperoncino di cayenna, al mattino appena svegli, dopo i due spuntini giornalieri e prima di coricarsi. Per quest’ultima variante, si parla di una perdita di un massimo di 3 kg alla settimana. Questa perdita repentina di peso è possibile grazie al potente potere alcalino del limone, unito agli altri ingredienti,  che riattiva il metabolismo in pochissimo tempo. C’è da considerare anche in questo caso, l’effetto yo yo ed anche il danno che alla lunga, il succo di limone può causare allo smalto dei denti e alle pareti dello stomaco essendo una sostanza estremamente acida.

Concludendo, tra un regime alimentare studiato appositamente per ogni singolo individuo ed una dieta fai da te che promette ottimi risultati in poco tempo, senz’altro vi consigliamo di scegliere il primo. Nel caso in cui il vostro scopo sia perdere peso velocemente, vi consigliamo di utilizzare le diete lampo per pochi giorni e di rivolgervi comunque al vostro medico curante per chiedere consiglio prima di intraprenderne una.

Dillo ad un amico

Selezionati per Te

Bar Trattoria Al 395: la tradizione italiana a tavola

Tradizione e gusto. Sono questi gli ingredienti che rendono unico il Bar Trattoria Al 395 a Milano.

Soggiorno a Minori in Costiera Amalfitana? Si! Con le ...

Minori è una delle più antiche località della Costiera Amalfitana. Questa piccola città nel I

Ristorante al Cellini: Ogni Giovedì, menu degustazione dai ...

A due passi da Cinque Giornate, vicino alle famose casette di via Lincoln e in un angolo ancora