Isola d’Elba, perla dell’Arcipelago Toscano

Isola d'Elba, perla dell'Arcipelago Toscano

Le bellezze dello stivale sono famose in tutto il mondo, una delle sue perle è sicuramente l’Isola d’Elba. Nel cuore dell’arcipelago toscano, l’Elba è un ottima proposta sia per una vacanza al mare, che per una vacanza in montagna. Il suo paesaggio, oltre a splendide spiagge, per lo più di ghiaia bianca finissima, offre meravigliose montagne circondate da boschi e distese verdi, tutto nell’arco di pochi chilometri.

L’isola d’Elba è la terza delle isole italiane per grandezza e meta indiscussa di turisti di tutto il mondo che la scelgono per le loro vacanze. Se il suo paesaggio è ricco di proposte per ogni esigenza, è anche vero che la zona è conosciuta principalmente per il suo mare cristallino e le sue lunghe spiagge.

La storia la lega a Napoleone che, nel 1814, la scelse come luogo del suo esilio dopo la battaglia di Lipsia e il trattato di Fontainbleau, ma ancora prima agli albori della storia quando l’Elba era uno dei luoghi più importanti in cui si lavoravano i minerali. Prima ancora di essere una splendida zona toscana e meta turistica, l’Isola d’Elba era un prezioso punto di riferimento per le sue miniere di ferro, tanto che già gli etruschi l’avevano denominata L’isola dei Mille Fuochi.

Un viaggio all’Isola d’Elba, che sia un semplice week end o una vacanza più lunga, ha bisogno di un progetto ben chiaro, per evitare di perdere quelli che sono i centri storici, le spiagge e i luoghi da visitare più belli della zona.

Isola d’Elba. Portoferraio

Portoferraio

Capoluogo dell’Isola, Portoferraio è chiamata La città rosa per le vie del suo centro storico che nel 1700 furono lastricate con bozze irregolari di calcare rosato. Ricca di storia, questa città ha legami con i romani, con il suo porto e con Napoleone. Molti i luoghi d’interesse a Portoferraio:

Palazzina dei Mulini

Residenza di Napoleone Bonaparte e di sua sorella Paolina, la palazzina si trova in una splendida posizione panoramica tra Forte Stella e Forte Falcone. Oggi è Museo Nazionale e custodisce mobili originali appartenuti all’imperatore e alcuni dei suoi oggetti.

Villa di San Martino

Anche questo luogo è strettamente legato a Napoleone, si tratta, infatti, della sua residenza estiva. Situata in campagna, Villa San Martino è un esempio di architettura neoclassica. Suggestiva la sala del nodo d’amore con il suo affresco sul soffitto che simboleggia l’amore fra Napoleone e Maria Luisa.

Bastioni Medicei

Mura della città, i Bastioni, furono fatti costruire dal Granduca di Toscana Cosimo I per difendersi dagli attacchi turchi. Disposti su quattro livelli, ancora oggi sono presenti il Bastione del Veneziano, il Bastione del Casino di Mezzo, il Bastione delle Palle e il Bastione Cornacchia.

Museo archeologico

In località Linguella, il Museo Archeologico si trova negli antichi magazzini del sale della Fortezza Medicea. E’ stato costruito nel 1988 e al suo interno sono contenuti reperti etruschi e romani che vanno dall’VIII secolo a.C al V secolo d.C. che testimoniano l’importanza dell’Isola d’Elba nei traffici commerciali del Mediterraneo.

Pinacoteca Foresiana

Aperta dal 1924, la Pinacoteca Foresiana è stata donata dall’intellettuale elbano Mario Forensi insieme al fondo librario dieci anni prima. Si trova sulla salita Napoleone ed è suddivisa in dodici aree tematiche.

Biblioteca Foresiana

Già aperta al pubblico nell’estate del 1815 con i circa 2000 volumi donati alla città da Napoleone Bonaparte dopo l’esilio, la Biblioteca Foresiana, al suo interno oggi custodisce volumi donati da personaggi della cultura italiana come Giuseppe Garibaldi e Mario Forensi.

Isola d’Elba. Capoliveri 

Capoliveri

Capoliveri è una delle città più suggestive dell’Isola d’Elba per il suo mare e per il suo caratteristico centro storico, nato già ai tempi degli etruschi. La sua storia è legata al vino. Il suo nome, infatti, deriva da Caput Liberi in onore di Bacco, Dio romano del vino.

Il suo borgo ricorda quelli medievali, i suoi vicoli sono colorati e caratteristici, intrisi di un’atmosfera unica. Il luogo sicuramente più amato dai turisti che arrivano da tutto il mondo per visitare Capoliveri, è piazza Matteotti, dalla quale di può godere di un bellissimo panorama sui tetti del borgo.

Da visitare, oltre al paesaggio naturale, alcuni luoghi d’interesse.

Pieve di San Michele

E’ la più antica pieve dell’Isola d’Elba ed è situata proprio all’ingresso di Capoliveri. La sua storia sembra che sia iniziata intorno al XII secolo. Di notevole eleganza l’apside romanica realizzata in calcare rosa.

Santuario della Madonna delle Grazie

Situata all’interno della valle dei Pinelli, il Santuario di Maria delle Grazie è ormai quasi sempre chiuso. E’ possibile visitarlo nei giorni di festa e durante l’estate è da non perdere la fioritura degli oleandri nella campagna che lo circonda.

Isola d’Elba. Le spiagge

Spiaggia di Cavoli

Spiaggia di Cavoli

Da non perdere all’isola d’Elba sicuramente le sue spiagge finissime e il suo mare cristallino. Tra le numerose zone balneari da visitare sull’isola ce ne sono alcune che meritano un’attenzione particolare.

Cavoli

E’ una spiaggia di sabbia granulosa, perfetta per i giovani e per chi ama una vacanza in cui le uniche parole chiave siano: divertimento e abbronzatura. Si trova vicino a Portoferraio.

Biodola

La spiaggia della Biodola è di sabbia ed è lunga 600 metri. E’ divisa dalla spiaggia di Scaglieri da scogli che si possono attraversare senza difficoltà.

Fetovaia

Senza dubbio, Fetovaia è una delle spiagge più belle dell’Isola. Situata nel comune di Marina di Campo e costituita da sabbia dorata finissima e scogliere granitiche, è spesso molto affollata dai turisti che non si lasciano certo scappare il suo splendore.

Lacona

Una delle spiagge più lunghe dell’Elba, Lacona si trova nel Comune di Capoliveri. Ideale per i giovani, ma anche per le famiglie con i bambini piccoli grazie alla sua sabbia dorata che non resta fastidiosamente incollata addosso e al suo fondale che scende dolcemente per i primi metri.

Fetovaia

Spiaggia di Fetovaia

Innamorata

Caletta di sabbia molto romantica diventa ancora più suggestiva ogni 14 luglio, quando viene rievocata, attraverso una fiaccolata con abiti cinquecenteschi, la famosa leggenda di Lorenzo e Maria. Si dice che nel 1534 Maria, la giovane promessa sposa, per salvare il suo amato Lorenzo, rapito e portato sul veliero dei pirati di Barbarossa, si buttò in mare scomparendo tra le onde. Fu ritrovato soltanto il suo scialle. Da qui deriva la Ciarpa (sciarpa in toscano), nome dato a uno scoglio.

Sant’Andrea

Spiaggia ottimale per il relax grazie ai suoi scogli di granito levigati e alla sua spiaggia dorata fine e leggera.

Seccheto

Lunga circa 130 metri, la spiaggia di Seccheto è di sabbia granulosa. Si trova subito dopo la spiaggia di Cavoli ed è circondata da scogliere dalla bellezza unica.

Procchio

Una delle spiagge più famose e frequentate dell’Isola d’Elba, Procchio è costituita da sabbia fine. Molti i servizi di cui si può usufruire.

Dillo ad un amico

Selezionati per Te

Bar Trattoria Al 395: la tradizione italiana a tavola

Tradizione e gusto. Sono questi gli ingredienti che rendono unico il Bar Trattoria Al 395 a Milano.

Soggiorno a Minori in Costiera Amalfitana? Si! Con le ...

Minori è una delle più antiche località della Costiera Amalfitana. Questa piccola città nel I

Ristorante al Cellini: Ogni Giovedì, menu degustazione dai ...

A due passi da Cinque Giornate, vicino alle famose casette di via Lincoln e in un angolo ancora