Il Liberty a Milano: dove scoprirlo

Il Liberty a Milano

Si conosce Milano per le sue strade, i suoi vicoli e la sua storia, ma la conosciamo poco per la bellezza del Liberty, uno stile che qui diventa il più ricercato nei primi anni del 900, tendenza che dura almeno fino allo scoppio della prima guerra mondiale. Il Liberty a Milano si può trovare in alcuni piccoli angoli e in strade più importanti, dove scoprirlo è quai una sorpresa. Dal floreale a quello viennese, questo stile punta molto a varie sperimentazioni stilistiche ed è il vero simbolo della borghesia meneghina, classe sociale che stava mettendo le sue radici proprio in quel periodo storico, fatta di commercianti, imprenditori, industriali e professionisti che stavano imponendo una nuova creatività nell’architettura, così come nella moda e nella società.

Del resto il XIX secolo per Milano è quello di maggiore espansione di cui il Liberty è un simbolo. Corso Venezia, Corso Monforte, la zona di Parco Sempione e Corso Magenta, sono le strade più ricche di esempi liberty di tutta la città. A rappresentare perfettamente questo nuovo stile è Palazzo Castiglioni in Corso Venezia, realizzato tra il 1901 e il 1904 da Giuseppe Sommaruga. Un altro esempio del Liberty Milanese è Casa Galimberti (foto di copertina)in via Malpighi, edificata dal 1903 al 1905 dai fratelli Galimberti. Protagonista dell’edificio è la sua facciata esterna con piastrelle in ceramica, la sua estetica è caratterizzata dai colori e dai disegni tipici dell’art nouveau. Ma anche casa Guazzoni e Casa Laugier.

Casa Laugier Milano

Casa Laugier

In linea con il clima Expo 2015, c’è da sottolineare che con l’Esposizione Internazionale del 1906, Milano dimostra la sua centralità nel mondo dell’architettura, costruendo molti dei 225 padiglioni seguendo proprio il liberty. Di tutti quegli edifici oggi ne resta soltanto uno: l’Acquario Civico, perfetto esempio del Liberty italiano. Dalla fine dell’evento internazionale a Milano iniziano a emergere altri stili architettonici che vanno a influenzare profondamente il Liberty fino a farlo diventare quasi uno stile indefinito ricco di influenze diverse, una delle più profonde fu l’eccletismo, ma da non dimenticare neanche il gotico di cui si può trovare un esempio nel Castello Cova in via Carducci.

L’architettura fa di Milano una città affascinante e impossibile da non scoprire nei suoi angoli, nelle sue vie, tra i suoi angoli più romantici e i suoi luoghi da scoprire così che si possano conoscere le case igloo o le casette colorate di via Lincoln, per restare stupiti dalla bellezza di quello che Milano spesso non viene detto.

In copertina: Casa Galimberti

Dillo ad un amico

Selezionati per Te

Bar Trattoria Al 395: la tradizione italiana a tavola

Tradizione e gusto. Sono questi gli ingredienti che rendono unico il Bar Trattoria Al 395 a Milano.

Soggiorno a Minori in Costiera Amalfitana? Si! Con le ...

Minori è una delle più antiche località della Costiera Amalfitana. Questa piccola città nel I

Ristorante al Cellini: Ogni Giovedì, menu degustazione dai ...

A due passi da Cinque Giornate, vicino alle famose casette di via Lincoln e in un angolo ancora