Ferragosto 2015 a Milano: cosa fare fuori porta

Ferragosto 2015 a Milano. Cosa fare fuori porta

Pensare a Ferragosto è pensare a spiagge, bagni e happy hour sul mare, ma non è sempre detto che sia così, le carte in tavola possono anche essere cambiare e, perché no, mescolate per fare qualcosa di originale. Se per Ferragosto 2015 a Milano cerchiamo idee interessanti, ecco cosa fare fuori porta, in tutti quei luoghi ai quali magari nei giorni della settimana non pensiamo mai. Se restiamo a Milano possiamo decidere cosa fare in città curiosando tra le molte iniziative per Ferragosto 2015, ma la gita fuori porta ha qualcosa in più perché possiamo goderci non solo l’evento ma anche la visita alla città, cosa da non sottovalutare per sentirsi ancora un po’ in vacanza.    

Senza allontanarci troppo da Milano e se amiamo la musica non possiamo perderci “Ma che caldo fa”, il party che come ogni anno ha come scenario il Parco Tittoni di Desio e che propone musica, cocktails e la grigliata di ferragosto. Dalle 19.30 fino a tarda notte la villa si animerà con le note di Tittoni All Star (Megamix, Jammin, Lollipop). Ma si potrà trascorrere il 15 agosto al parco già dalle 12 per un picnic e tanto divertimento.

Se abbiamo voglia di fare qualche chilometro in più e raggiungere il Lago di Garda possiamo fermarci a Desenzano per il giro in battello del Lago, che dal porto raggiunge le più importanti cittadine gardensi come Sirmione, senza perdersi un bellissimo bagno alle Grotte di Catullo. Gli orari delle partenze giornaliere per Ferragosto sono: 14.00/16.00/18.00/20.00 e il costo è di 35,00 euro comprese una bottiglietta d’acqua e una birra a persona. Ma si potrà trascorrere il Ferragosto 2015 sul Lago di Garda anche concedendoci qualche lezione o qualche momento di sport acquatico di cui la zona è ricca come il windsurf o la vela.

Sul Lago di Como, precisamente a Cremia, si potrà partecipare al Beach Party con aperitivo direttamente sulla spiaggia dalle 18, sfilata delle barche alle 21.30 per concludere in modo tradizionale con lo spettacolo dei fuochi d’artificio alle 22.30. Per le famiglie un evento interessante è “La leggenda della grigna”, il festival del teatro di figura che ogni anno viene organizzato nel centro storico di Tremenico sul lago di Como. Dalle 15 alle 18 i burattini si muoveranno con il prezioso aiuto del Maestro Joan Rovira.

Se siamo appassionati di cultura e non amiamo trascorrere il Ferragosto a Milano nel caos bollente delle spiagge, le visite alle basiliche sono quello che fa per noi. Da visitare, senza andare troppo lontano, c’è la Basilica di San Pietro ad Abbadia di Cerreto, a soli 10 chilometri da Lodi, vicino al fiume Adda. Risalente al 1804, è uno degli angoli della provincia milanese da scoprire. Spostandosi un po’, andando verso Varese, precisamente a Leggiuno troviamo l’abbazia di Santa Caterina del Sasso Ballaro edificata nel 1170 e arroccata sulla roccia a strapiombo sull’acqua.

Idea curiosa è anche quella di visitare il Po con una mini crociera sulla motonave Stradivari per scoprire il grande fiume. La partenza, alle 13, è dal porto di Viadana in provincia di Mantova per arrivare a Casalmaggiore e tornare a Viadana alle 18. Il costo della mini crociera è di 60,00 euro a persona per gli adulti e 30,00 per i bambini, inclusi pranzo in battello, navigazione e musica popolare.

Se per Ferragosto 2015 a Milano non amiamo le spiagge vicine perché troppo affollate o siamo costretti a restare in città, non sarà difficile scegliere una delle idee che abbiamo selezionato per decidere cosa fare fuori porta

      

Dillo ad un amico

Selezionati per Te

Bar Trattoria Al 395: la tradizione italiana a tavola

Tradizione e gusto. Sono questi gli ingredienti che rendono unico il Bar Trattoria Al 395 a Milano.

Soggiorno a Minori in Costiera Amalfitana? Si! Con le ...

Minori è una delle più antiche località della Costiera Amalfitana. Questa piccola città nel I

Ristorante al Cellini: Ogni Giovedì, menu degustazione dai ...

A due passi da Cinque Giornate, vicino alle famose casette di via Lincoln e in un angolo ancora